Agricoltura 4.0

L’ultima versione della nostra sfogliatrice ad accostamento automatico mod. 111 AA  può offrire come incentivi previsti dalla direttiva Agricoltura 4.0 di recente emanazione.

Sfogliatrice Tecnovict 111 AA

La legge 11 dicembre 2016 n. 232 (legge di Bilancio 2017) oltre alla proroga del cosiddetto superammortamento, ovvero la maggiorazione del 40 per cento degli ammortamenti per l’acquisto di beni materiali strumentali nuovi, introduce una nuova forma di agevolazione detta “iperammortamento”, consistente nella maggiorazione del 150 per cento degli ammortamenti per investimenti in beni ad alto contenuto tecnologico, secondo il modello Industria 4.0. Tra i beni cui si applica la disposizione, rientrano anche quelli utilizzati nelle attività agricole ad elevata tecnologia, tra cui macchine utensili, impianti per la trasformazione delle materie prime, macchine per la movimentazione e accessori volti al monitoraggio dei consumi idrici energetici e per il controllo delle emissioni. Per accedere all’iperammortamento è necessario che tali beni siano controllati tramite computer e possiedano un’interconnessione con gli altri sistemi informatici ed informativi aziendali. L’agevolazione si applica anche ai contoterzisti.

I beni agevolabili devono essere nuovi, destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa dell’acquirente e devono essere acquistati entro il 31 dicembre 2017. Sono agevolabili anche gli investimenti effettuati entro il 30 giugno 2018 purché ricorrano due condizioni e precisamente che entro la data del 31 dicembre 2017:

  1. l’ordine risulti accettato dal venditore;
  2. sia effettuato il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20 per cento del costo di acquisizione.

Da quest’anno è stata prevista la versione della Sfogliatrice ove il controllo computerizzato della medesima (presente dalla nascita di questo modello) è stato integrato con un sistema Wi-Fi di comunicazione in remoto con Smartphone con visualizzazione dei parametri di funzionamento e modifica dei medesimi, oltre ad un sistema di autodiagnostica dei guasti, rendendola pienamente atta a rientrare nei benefici  previsti per l’iperammortamento al 250%.